in

Come assumere una colf o badante convivente

Come assumere una colf o badante convivente

Per essere in regola con l’assunzione di una colf o badante convivente, occorre procedere con la denuncia dell’assunzione all’INPS e la comunicazione dell’assunzione alla Questura almeno 24 ore prima dell’inizio del rapporto di lavoro.

Ecco cosa fare in dettaglio.

Quali sono le pratiche particolari per assumere una colf o badante convivente?

L’assunzione di un lavoratore domestico convivente segue le medesime procedure previste in generale per l’assunzione dei domestici:

Le particolarità dell’assunzione di una colf o badante o altro lavoratore domestico convivente riguardano:

Ricordiamo che, in aggiunte alla retribuzione in denaro, dovrà essere corrisposto alla colf o badante convivente anche il vitto e alloggio in natura – o il suo valore sostitutivo nei casi in cui non venga fornito. Vedi: Vitto e alloggio.

La residenza della colf o badante convivente

Nella lettera di assunzione è necessario indicare la residenza del lavoratore, nonché l’eventuale diverso domicilio, valido agli effetti del rapporto di lavoro.

  • se la colf o badante ha una residenza propria, diversa dall’alloggio dato dal datore di lavoro, dove torna nei periodi di assenza dal lavoro, dovrà indicare l’eventuale proprio domicilio diverso da quello della convivenza
  • se la colf o badante invece non ha una residenza diversa dall’alloggio dato dal datore di lavoro, dovrà indicare a tutti gli effetti l‘indirizzo della convivenza (quello del datore di lavoro)

Per essere in regola con l’assunzione di una colf o badante convivente, occorre procedere con la denuncia dell’assunzione all’INPS e la comunicazione dell’assunzione alla Questura almeno 24 ore prima dell’inizio del rapporto di lavoro.

Comunicazione della convivenza all’Inps

Quando comunica l’assunzione all’Inps, il datore di lavoro deve segnalare che il lavoratore che sta assumendo è convivente, ovvero che vive nella stessa abitazione della famiglia per cui presta servizio (regime di convivenza). Ecco come fare:

Denuncia della convivenza alle Autorità di Pubblica Sicurezza

Se la colf o badante è convivente, il datore di lavoro dovrà denunciare la convivenza alla Questura (cessione di fabbricato). Se la convivente è straniera, dovrà anche compilare una dichiarazione di ospitalità. Approfondisci:

Ecco le linee guide per l’assunzione di una colf o badante

Periodo di prova

Il periodo di prova per colf e badanti

Comunicazioni obbligatorie alla Questura per colf e badanti conviventi